Menu Cerca una ricetta, una parola chiave, un ingrediente...

Più di 20 000 deliziose ricette!

Collegati via Facebook Chiudi ricerca

Non c'è Pasqua senza la pastiera e la sua ricetta perfetta

Di Debora Prevedello, 17/03/2016
Google Ads

I segreti per una pastiera di  successo


Di che si tratta?
La pastiera è un dolce napoletano con un impasto composto da ricotta, canditi, zucchero, grano bollito nel latte ed uova. Il ripieno è piuttosto morbido, mentre l'esterno è di pasta frolla.  Nella ricetta classica si usano aromi come la cannella e l'acqua di fiori d'arancio. 

Le origini della pastiera
La pastiera è legata ad una leggenda che coinvolge la sirena Partenope, che sarebbe la creatrice di questo delizioso dessert, un caposaldo della tradizione dolciaria napoletana. Sembra che la leggenda sia legata anche al culto di Cerere, divinità materna della terra e della fertilità, le cui sacerdotesse portavano in processione l'uovo, che simboleggiava la rinascita nella tradizione cristiana.  La ricetta attuale della pastiera come la conosciamo noi é stata probabilmente perfezionata nei conventi; non a caso, la pastiera preparata nel convento di San Gregorio Armeno  a Napoli è molto famosa e riconosciuta come una delle migliori pastiere in circolazione. 

I segreti per una pastiera di  successo


La leggenda della pastiera...
Una leggenda narra che dei pescatori rimasero in mare aperto per un giorno ed una notte intera, e che una volta rientrati sulla terraferma raccontavano di essere riusciti a sopravvivere in mare trovando l'energia grazie alla "pasta di ieri", con ricotta, uova, aromi e grano cotto, e nominato poi proprio "pastiera". Ecco come la pastiera divento' simbolo di buon auspicio, perché ridiede la vita a questi pescatori. 

Le varianti campane della pastiera...
Nella provincia di Salerno la pastiera viene preparata anche con il riso al posto del grano, mentre a Mondragone (Caserta) la pastiera è preparata con tagliolini di pasta fresca fatti in casa.  Solitamente la pastiera viene preparata il giovedi', il venerdi' o il sabato santo, secondo la tradizione, ma ormai si trova tutto il tempo dell'anno.  La pastiera è diventata ad oggi il dessert passepartout, quello preparato ad ogni evento familiare. 

Ora che sapete tutto sulla pastiera, non vi resta che seguire la nostra fantastica ricetta per preparare una deliziosa pastiera e fare felici i vostri ospiti. 

Ingredienti:
Per l'impasto:
- 250 g di farina
- 120 g di burro
- 100 g di zucchero
- 1 uovo+1 tuorlo
- I semini di 1 baccello di vaniglia
Per il ripieno:

- 170 g di ricotta di pecora
- 170 g di ricotta vaccina
- 300 g di zucchero
- 2 uova intere +2 tuorli
- La scorza grattugiata di 1 limone
- 50 g di arancia candita a pezzetti
- 50 g di cedro candito
- 25 ml di acqua di fiori d'arancio
- 1 pizzico di cannella
- 30 g di burro
- 250 g di grano precotto
- 200 ml di latte
- I semini ricavati da un baccello di vaniglia
- 1 uovo per spennellare la superficie

Preparazione:

Cominciate preparando la pasta frolla: mettete in un'impastatrice la farina, il burro morbido a pezzi, lo zucchero ed 1 pizzico di sale. A questo punto impastate per pochi istante, giusto per ottenere una sorta di "sabbia". Impastate ora a mano, in modo molto veloce ( il tanto che basta per compattare gli ingredienti). Formate un panetto con la pasta, avvolgetelo nella pellicola alimentare e fatelo riposare in frigo per un'ora. Ora preparate il grano: versate in una pentola il latte, ed unite il grano precotto ed il burro. Grattugiateci la scorza di limone e mescolate, poi portate ad ebollizione a fuoco dolce mescolando regolarmente per evitare che il riso attacchi al fondo.   Continuate la cottura fino a che la crema sarà piuttosto densa  (ci vorranno circa 25 minuti). Versate la crema di grano in un'insalatiera e lasciate intiepidire. Versate le uova in una ciotola, assieme ai tuorli ed allo zucchero, e lavoratele con la frusta. Aggiungete la ricotta ed amalgamatela al composto, poi unite anche la crema di grano, l'acqua di fiori d'arancio, la cannella in polvere ed i semini del baccello di vaniglia; mescolate ed aggiungete anche i canditi. Imburrate ed infarinate uno stampo di 24 cm. Stendete la pasta in un disco di 0,5 cm e foderate lo stampo, tagliando via i bordi in eccesso.  Bucherellate il fondo con una forchetta e versate il ripieno all'interno. Disponete le losanghe a griglia sulla torta, creando delle specie di rombi, facendole aderire bene ai bordi in modo da evitare che affondino durante la cottura, rovinando il dolce. Spennellate con l'uovo sbattuto, poi mettete a cuocere in forno a 160°-170° per 1 ora circa. Passato questo tempo coprite la pastiera con un foglio di carta forno e continuate a cuocere (in questo modo eviterete che la superficie si bruci). Una volta pronta spegnete e lasciatela raffreddare del tutto, poi mettetela in frigorifero per una notte intera: questo ne favorisce la compattatura e riuscirete a sformarla più facilmente. 









 

 



 

 

Scopri gli altri articoli della Tribù!



Tecniche di cucina

Uova colorate

Siete pronti a colorare le uova per Pasqua?

Commenta questo articolo

Come chiudere un tovagliolo a forma di coniglio Sfoglia ripiena