Menu Cerca una ricetta, una parola chiave, un ingrediente...

Più di 20 000 deliziose ricette!

Collegati via Facebook Chiudi ricerca

Qual è la differenza tra la cucina vegetariana e quella vegana?

Di , 18/01/2014
Google Ads

Ravanelli

Molto spesso si tende a mettere nello stesso calderone le due cose, ma in realtà la cucina vegetariana e quella vegana presentano alcune differenze da non confondere.

La cucina vegetariana

Le persone che seguono un’alimentazione vegetariana sono quelle che hanno eliminato dalla propria dieta il consumo di proteine animali, ovvero le carni rosse e bianche, il pollame, ma anche il pesce e i crostacei. Inoltre, viene ugualmente eliminato il consumo di prodotti quali i dadi da brodo di origine animale, il brodo di pollo o manzo, la gelatina, le caramelle a base di colla di pesce ecc.                                                                                                

Il fatto di diventare vegetariani può essere il frutto di scelte personali, quali il desiderio questione etica di rispetto dell’ecosistema e degli animali.
Nella cucina vegetariana, assume un ruolo fondamentale il consumo di prodotti lattiero-caseari, di cereali, cosi come la frutta e gli ortaggi, nonché i legumi, fonte primaria di proteine vegetali.
Si tratta di una cucina ottima per la salute, che non manca di nessun nutriente fondamentale e che dà spazio alla creatività per preparare piatti gustosi e innovativi, in grado di conquistare il palato di tutti.
Avete mai provato un hamburger 100% veggie? Potrete facilmente prepararlo sostituendo la carne con delle lenticchie, delle fave o dei ceci.

La cucina vegana (vegan)

Chi decide di seguire un’alimentazione vegana, non solo elimina dalla propria dieta il consumo di carne, ma anche il consumo di tutti gli altri prodotti di origine animale, quali uova, latte e burro.
La cucina vegana combina frutta, verdura, legumi (lenticchie, piselli e fagioli), la soia, i cereali e la frutta secca (noci e mandorle) per dare forma a creazioni saporite e uniche e nutrienti.                
Gli oli vegetali quali quello di mandorle, riso e soia, nonché il tofu diventano i veri protagonisti della dieta vegana, nella quale le proteine verdi sostituiscono quelle d’origine animale.
Anche nel caso di un’alimentazione vegana, si può trattare di una scelta dettata dal bisogno di essere eticamente responsabili, ma anche da una scelta religiosa o semplicemente dai propri gusti alimentari.

E’ opportuno fare una accurata distinzione all’interno del regime alimentare a base di prodotti di origine vegetale.
Esistono diverse tipologie tra cui ricordiamo:

Semivegetariani: eliminano solo la carne rossa, ma di tanto in tanto mangiano carni bianche (pollo, tacchino), pesce e uova.

Ovovegetariani/Ovolatteovegetariani: eliminano tutti gli alimenti di origine animale e accettano solo i derivati quali uova e latte.

Latteovegetariani: accettano solo latte e derivati per integrare una dieta strettamente a base di alimenti di provenienza dal regno vegetale.

Vegetaliani: rifiutano tutti gli alimenti di origine animali (anche i derivati) optando per una dieta a base di proteine vegetali.

Molti sostengono, inoltre, che una dieta in completa sintonia con uno stile di vita vegetariano dovrebbe evitare anche l’assunzione di alimenti raffinati, quali lo zucchero, ricchi di conservanti di cui molti a base di grassi d’origine animale, ma anche cibi e bevande industriali.

Oltre al regime vegetariano, esistono numerose diete che hanno eliminato gli alimenti di origine animale, tra cui la più conosciuta è il fruttarismo.
Oggigiorno, molte persone hanno optato per questo tipo di alimentazione, i cosiddetti fruttariani, la cui dieta include frutta dolce (mele, pere, pesche, kaki ecc.) frutta-ortaggio (zucchine, peperoni, pomodori ecc.) e frutta grassa come olive e avocado.
Vengono esclusi da questa dieta non solo i prodotti di origine animale, ma anche le pianti (foglie, insalata ecc.) e i semi come cereali legumi e noci, in quanto considerati come il prodotto sintetico e industriale dell’azione umana, lontano dal modo in cui erano soliti cibarsi i nostri antenati.

Scopri gli altri articoli della Tribù!



Tecniche di cucina

Come pulire l'insalata iceberg rapidamente ?

La tecnica per pulire l'insalata iceberg rapidamente, spiegata dal nostro Chef Damien. Volete guadagnere tempo e pulire l’insalata in un batter d’occhio ? Scoprite come eseguire velocemente questa operazione quotidiana.

Commenta questo articolo

Tendenze: i dessert alle verdure 5 idee per la pausa pranzo