Menu Cerca una ricetta, una parola chiave, un ingrediente...

Più di 20 000 deliziose ricette!

Collegati via Facebook Chiudi ricerca

L'intervista di Loredana Trezzi



Intervista  realizzata da Federica Intervista realizzata da Federica

Abbiamo intervistato Loredana Trezzi!

Visita il blog: L'Angolo delle Ghiottonerie.


Scopri il suo profilo



Ciao Loredana Trezzi, raccontaci...


Cosa ti ha spinto ad aprire il tuo blog ?


L'idea di avere un blog che fosse tutto mio è maturata piano, piano. Naturalmente è nata dalla passione per la cucina, dalla curiosità e dall'esigenza di avere una raccolta delle migliori ricette testate, sperimentali, tradizionali e rivisitate.
La spinta nel senso letterale del termine è arrivata poi dal mio compagno di vita, che mi ha spronata a provarci. Si sa, dietro a queste cose c'è sempre un Lui che religiosamente crede tu abbia le capacità e tutte le carte in regola per farlo.

Come è cominciata la tua storia d'amore con la cucina ?


La mia romantica storia d'amore con la cucina nasce, come spesso accade, nella cucina di mamma, ove però già troneggiava una regina dei fornelli, l'angelo mio e del mio papà. La mamma è sempre la mamma ma sovente le mamme peccano di presunzione: loro hanno un master per l'efficienza, per la rapidità e la pulizia nell'esecuzione e, naturalmente, per la bontà del risultato. Così, francamente tediata dall'egemonia di mammà in cucina, ho rivolto la mia attenzione alle possibilità che offriva la cucina del mio allora fidanzato e oggi compagno di vita e di avventure. E' qui che ho cominciato a muovere i primi passi in sicurezza, giocando con la farina, il burro ed un poco di zucchero.

Come definiresti la tua cucina ?


La mia è una cucina variegata e che non si fa mancare nulla, spaziando dal dolce al salato, proponendo ricette che vanno dall'antipasto al dolce.
La mia è una cucina fusion, le cui proposte sono spesso di rimando ad una cucina tradizionale, ma che spesso attingono alla cucina internazionale ed etnica.
La mia è una cucina che dà importanza al gusto, senza trascurare la salute e la corretta nutrizione.
La mia è una cucina semplice perché vorrebbe poter essere condivisa con tutti.

Nel tuo blog proponi molte ricette di risotti. Puoi consigliare una ricetta di un risotto ai nostri lettori?


E' vero, nel mio blog ho proposto molte ricette di risotti: un piatto legato alle mie radici e alla tradizione lombarda.
Vi lascio la ricetta di un risotto molto speciale, che ha ricevuto anche l'apprezzamento di uno chef molto popolare.

Risotto beóne in cornice, sfumato alla (burro)birra, con speck e timo

La lista degli Ingredienti
per 2 persone

Per il brodo vegetale
sedano, una costa
1 carota
1 cipolla
alloro, qualche foglia
3 rametti di timo
ginepro in bacche, q.b.
pepe in bacche, q.b.
sale rosa dell'Himalaya, q.b.

Per il risotto
160gr di riso Carnaroli
brodo vegetale, q.b.
1/2 bicchiere di birra
50gr di speck
1/2 cipolla bianca
pepe nero, a piacere
sale rosa dell' Himalaya, q.b.
burro di cacao, 5gr
olio EVO, q.b.
1 cucchiaino di miele d'Acacia (facoltativo)

Per la mantecatura
40gr di grana d'oro Vacche Rosse

Per la guarnizione
speck, 2 fette per ogni porzione
2 rametti di timo

Come procedere

Preparate il brodo vegetale con una costa di sedano, una carota e una cipolla, insaporite con del sale rosa dell' Himalaya, profumate con un mix di erbe e spezie (timo, alloro, ginepro e pepe) e tenete in caldo.
In una casseruola, fate sudare la cipolla bianca tagliata al velo con burro di cacao ed un filo d'olio EVO. Aggiungete le speck grossolanamente tagliato al coltello e fate soffriggere un poco.
Aggiungete il Carnaroli, fatelo tostare, sfumate con la birra e lasciate evaporare la parte alcoolica. Aggiungete il brodo, poco alla volta e portate a cottura. Aggiustate di sale e pepe. Se proprio non dovesse piacervi il retrogusto amarognolo lasciato dalla birra, aggiustate il tiro con un cucchiaino di miele d'acacia. A fiamma spenta, matecate con il formaggio grattuggiato e lasciate riposare 1', con coperchio, prima di servire.
Tempo di cottura per avere un risotto al dente: 18'.

I miei Suggerimenti

Impiattate il risotto con un coppapasta che avrete foderato con due fette di speck. Completate con un rametto di timo fresco. Accompagnate il risotto alla birra che avete utlizzato per sfumare ed insaporire.

Qual è la più bella esperienza che hai fatto grazie al tuo blog ?


L' esperienza più bella è stata quella che mi ha vista conoscere tante appassionate di cucina, esattamente come lo sono io. Ed entrare nelle loro cucine, conoscere nuovi ingredienti mai utilizzati prima di quel momento, apprendere nuove tecniche è stata per me una concreta e reale opportunità di crescita, nel mio piccolo.
Altrettanto bella è stata l'esperienza con le aziende del settore che mi hanno scelta quale ambasciatrice dei loro prodotti: un' altra eccellente occasione permettersi in gioco sfruttando le mie capacità e la mia creatività.

Partecipi molto spesso a dei concorsi culinari dedicati ai food bloggers. Qual'é il tuo segreto per convincere il pubblico degli amanti della cucina e cosa ami di questi contest?


In realtà non ho alcun particolare segreto per convincere il pubblico, se non quello di seguire in toto le mie inclinazioni, avere fiducia nel mio gusto e mettere il cuore in quel che cucino.
I contest rappresentano innanzitutto una bella vetrina per farsi conoscere ma, in realtà, quello che mi piace di questi concorsi è il tema, che sprona ad utilizzare la propria creatività e rafforza lo spirito di condivisione.

Hai una passione speciale per" i sapori contrastanti e gli abbianamenti inusuali". Puoi farci un esempio di una ricetta che racchiude queste due caratteristiche?


E' proprio così. Avete mai assaggiato un' insalata greca rivisitata con anguria, feta, olive Kalamata e cipolla rossa di Tropea?

La lista degli Ingredienti
per 2 persone

150gr di formaggio feta
1/2 anguria baby (500gr circa)
1 cipolla rossa di Tropea
olive Kalamata, q.b.
origano, q.b.
fleur de sel alle olive Kalamata
pepe, q.b.
olio EVO, q.b.

Come procedere

Riducete a cubetti la feta, affettate molto sottilmente la rossa di Tropea e raccogliete gli ingredienti in una ciotola piuttosto capiente. Aggiungete le olive Kalamata, l'origano essicato, un pizzico di fleur de sel alle olive nere e condite con un filo d'olio. Se piace, aggiungete anche del pepe macinato fresco.
Lasciate riposare per una mezzora in frigorifero, in modo che l'insalata prenda sapore.
Dalla vostra anguria ricavate delle palline di polpa aiutandovi con uno scavino e conservatela in frigorifero fino al momento di servire.

I miei Suggerimenti

Servite ben freddo. Per impiattare in maniera ordinata e piacevole, aiutandovi con un coppapasta che riempirete con la vostra insalata. Lungo il perimetro del coppapasta andate a posizionare le polpa d'anguria e, a questo punto, sformate. Decorate a piacere con fleur de sel alle olive Kalamata.

Qual è stata la tua più grande sfida culinaria ?


Ogni volta che mi metto ai fornelli rappresenta una enorme sfida per me.
Mi spiego meglio: ogni volta che cucino mi pongo un obiettivo e non so mai per certo se il mio obiettivo di risultato sarà pienamente raggiunto in maniera soddisfacente.
Questo è lo scotto da pagare per il fatto che sono molto autocritica in materia di cucina e temo il giudizio altrui.

Per te cucinare è....


Le passioni incendiarie sono quelle che ti fanno sentire vivo. Cucinare per me è una grandissima passione e mi fa sentire esattamente così: viva. Mi piace cucinare per coloro che occupano il mio cuore e animano la mia vita. Questo è cucinare per me: qualcosa creato per favorire i momenti di amicizia, di convivialità e condivisione; qualcosa che nasce per fabbricare del buon sangue e quel senso di allegria, di benessere e appagamento, che viene dallo stare insieme e condividere pane e companatico.

Un'ultima parola o un messaggio per i nostri lettori ?


"Stupite voi stessi e sorprenderete anche i vostri ospiti", come dico sempre alla fine di ogni nuovo post.
E, naturalmente, vi aspetto tutti nella mia modesta cucina.



Grazie Loredana Trezzi per aver risposto alle nostre domande. A presto!
Articolo Pubblicato da Federica - 07/05/2014



Se sei un blogger o uno chef, se lavori nel settore alimentare o hai un sito web sulla cucina e l'alimentazione e desideri condividere le tue ricette con la nostra community, per favore contattaci!
Saremo lieti di valorizzarti sul nostro sito.

Commenta questo articolo