Menu Cerca una ricetta, una parola chiave, un ingrediente...

L' astuzia da provare : ecco cosa succede al tuo corpo se mangi un pizzico di sale e zucchero

Quello che vi diciamo oggi potrà anche sembrarvi assurdo , ma è un trucco che funziona: mangiare un pizzico di sale mescolato ad un pizzico di zucchero aiuterebbe a combattere l'insonnia e permetterebbe di dormire sonni tranquilli. Non ci credete? Leggete l'articolo!

©Thinkstock

un trucco per vincere l'insonnia

L'insonnia è un disagio molto frequente e diffuso tra la popolazione adulta. Colpisce principalmente le donne, gli anziani e le persone affette da problemi psicologici come ansia o depressione. 

La difficoltà a dormire e la mancanza di riposo provocano un impatto negativo sulla vita delle persone che ne soffrono. 

Prima di ricorrere a soluzione chimiche , perché non provare questa astuzia naturale per cercare di risolvere il problema?  Le persone che l'hanno testata hanno definito questa soluzione davvero efficace. 

Una delle cause principali dell'insonnia è lo stress fisico ed emozionale che produce una reazione biochimica che interferisce sulla produzione degli ormoni del sonno. 

I livelli di ormoni dello stress aumentano e perturbano il sonno, generando difficoltà ad addormentarsi o a rimanere addormentati senza interruzioni. 



C’est ici que le sucre et le sel jouent un rôle important, car ces deux ingrédients pourraient exercer un contrôle sur les hormones du stress, et les amener à un niveau normal afin qu’elles n’interfèrent pas sur la qualité du sommeil. 

Dans le livre Manger chaleur, du chercheur indépendant Matt Stone, cette astuce est mentionnée comme une solution pour mieux dormir :

“Le mélange de sel et de sucre est un besoin absolu pour les situations de tension durant la nuit. Lors d’une insomnie de 2 à 4 heures du matin, accompagnées d’une sensation d’excès d’adrénaline qui circule par tout le système (pics d’adrénaline à ce moment), le sel et le sucre sous la langue est le seul chemin à suivre”.



Scopri gli altri articoli della Tribù!



Commenta questo articolo