Menu Cerca una ricetta, una parola chiave, un ingrediente...

Hai la pancia? E se fossero batteri intestinali? 

E se il motivo per cui non riesci a far scendere la pancetta non fosse un'alimentazione inadeguata?...

E se la pancetta fosse dovuta a batteri intestinali? 

E se la pancetta fosse dovuta a batteri intestinali? 

Secondo una ricente ricerca portata avanti dal King's College di Londra, e apparsa su "Nature Genetics". Il grasso accumulato sull'addome, potrebbe essere dovuto all'interrelazione tra batteri intestinali, alimentazione e molecole rilasciate dai batteri stessi in risposta al cibo ingerito. La scoperta si deve alla scienziata italiana Cristina Menni. Nel giro di dieci anni, potrebbe portare allo sviluppo di diete personalizzate che favoriscano un'attività intestinale in grado di contrastare l'accumulo di grasso sull'addome.

Il gruppo guidato dalla Dottoressa Menni ha identificato un mix di molecole prodotte dai batteri intestinali di 500 coppie di gemelli. Dalla ricerca è emerso che i composti chimici prodotti dal microbiota regolerebbero l'accumulo di grasso addominale. "Inoltre - ha aggiunto Menni - abbiamo scoperto che le attività dei nostri batteri intestinali sono solo minimamente controllate da fattori ereditari. Per oltre l'80% dipendono da fattori modificabili, per lo più dalla dieta". Ciò significa che il grasso che si accumula sull'addome potrebbe essere ridotta intervenendo sull'alimentazione, per esempio attraverso un maggior consumo di fibra o probiotici, in funzione della flora batterica di ciascun individuo.

La ricerca del King's College di Londra è stata la prima ad avere analizzato le sostanze chimiche prodotte dai batteri dell'intestino, i cosiddetti "metaboliti". Lo studio, ha spiegato la Dottoressa Menni, "ha consentito di identificare quali di queste molecole in particolare si associano ad accumulo di grasso sulla pancia".

Scopri gli altri articoli della Tribù!



Tecniche di cucina

Involtini di pesche al forno, un antipasto dal gusto inedito

La pesca è un frutto che si sposa benissimo anche con i cibi salati. Questa ricetta, perfetta da servire come antipasto o come aperitivo, è veloce da preparare e stupirà i vostri ospiti. L'accordo delle pesche con la pancetta è davvero inedito. Anche i più scettici si ricrederanno. 

 

INGREDIENTI:

 

  • 4 pesche
  • 8 fettine di pancetta 
  • Glassa all'aceto balsamico
  •  16 foglioline di basilico

 

PROCEDIMENTO:

 

Tagliate le pesche in quarti. Appoggiate una fogliolina di basilico su ogni  fettina di pesca.  Arrotolate la pancetta intorno ad ogni fettina di pesca. Fate cuocere in forno per circa 10 minuti a 180°, o fino a quando la pancetta sarà croccante.

Decorate con la glassa all'aceto balsamico e servite immediatamente. 

 

 

 

 

Commenta questo articolo

Il Dott. Sorrentino svela i segreti per una pancia piatta e sgonfia Perdere peso e purificare fegato e reni in soli 2 giorni