Menu Cerca una ricetta, una parola chiave, un ingrediente...

Semi e frutta secca: in ammollo diventano una bomba di salute

Semi e frutta secca sono miniere di vitamine, sali minerali e nutrienti che concorrono al nostro benessere. Se li si lascia in ammollo qualche ora diventano ancora più nutrienti ed efficaci. 

I semi e la frutta secca sono delle miniere di elementi nutritivi e sali minerali che spesso sottovalutiamo.
Dovremmo mangiarne un po' tutti i giorni per mantenere i livelli di proteine e vitamine stabili per il buon funzionamento dell'intestino.

Cosa contengono

I benefici sono innumerevoli e spaziano tra grassi sani, proteine vegetali, fibre e, come detto, vitamine e sali minerali.
Ne beneficiamo in termini di digestione, rafforzamento dei tessuti e di riduzione del colesterolo.

Tra la frutta secca più diffusa troviamo le noci (ottime per il cervello), le nocciole (regolano gli zuccheri nel sangue), i pistacchi (ricchi di ferro), i pinoli (ricchi di vitamina B1 e gli anacardi (ricchi di magnesio per i muscoli). 
In termini di semi invece sono tra i più diffusi i semi di sesamo (ricchi di calcio e alternativa ai latticini), semi di lino (ricchi di grassi essenziali e di zucca (ideali nel regolamento intestinale).

Ancora più sani

Certamente sgranocchiare un po' di frutta secca o utilizzarla come complemento per i nostri piatti è sempre una buona idea.
Tuttavia esiste un metodo per massimizzare i benefici che possiamo ricavarne, in modo semplice e naturale.

I semi e la frutta secca sono infatti ricoperti da uno strato di enzimi che proteggono il prezioso contenuto vitaminico e di sali minerali.
Questa barriera naturale viene in un secondoi momento disciolta nel nostro intestino impedendo pero' il completo assorbimento degli elementi nutritivi.

Se vogliamo invece sfruttare il potenziale al 100% dovremo metterli in ammollo.
L'acqua infatti scioglie la barriera enzimata preparando il seme per la germinazione o per il consumo.

Ecco i tempi d'ammollo per ognuno:
- Noci e nocciole: 8 ore
- Semi di Girasole: 4 ore
- Semi di Chia e Lino: 2 ore
- Semi di Zucca: 6 ore
- Pinoli, Pistacchi, Anacardi: non necessario l'ammollo

Come utilizzarli

Ecco qualche consiglio sul come utilizzare questi semi, potete infatti usarli per:
- arricchire i frullati
- guarnire i dolci
- preparare l'impasto di torte e biscotti (macinandoli dentro alla farina)
- arricchire i cereali della prima colazione
- insaporire zuppe e succhi vegetali

Scopri gli altri articoli della Tribù!



Tecniche di cucina

Barrette di yogurt

Per preparare questo snack fresco e gustoso mescolate in una ciotola 2 vasetti di yogurt greco con 2 cucchiai di miele. Versate lo yogurt in uno stampo per plumcake ricoperto di carta da forno inumidita. Quindi aggiungete un po' di cocco essiccato, dei cranberries (o frutti rossi disidratati), della granella di nocciole, delle gocce di cioccolato e un kiwi o altra frutta di stagione. Lasciate riposare in freezer per 3-4 ore prima di servire tagliato a barrette.

Commenta questo articolo

La pancetta che non c'entra niente con i chili di troppo I 5 cibi killer della pancia: mangiarli significa uccidere i grassi!