Menu Cerca una ricetta, una parola chiave, un ingrediente...

Menu della dieta Adamski, la dieta più efficace dell'estate

,
Tribù Golosa

La Dieta Adamski, regime alimentare ideato dal Dott. Frank Laporte Adamski, naturopata e osteopata, si basa su un principio tanto semplice quanto estremamente efficace...

Come funziona la dieta Adamski e perché è così efficace

Come funziona la dieta Adamski e perché è così efficace

La Dieta Adamski viene proposta sia come metodo di dimagrimento sia come strategia di cura di alcuni disturbi legati all’apparato gastrointestinale, comprese varie intolleranze alimentari. Non si tratta di un regime restrittivo o ipocalorico basato sul taglio delle calorie e sul controllo serrato delle porzioni, ma di un’alimentazione controllata che consente di perdere peso, depurare, sgonfiare e mantenere la forma fisica a lungo ma in modo graduale.

La Dieta Adamski si basa sulla suddivisione degli alimenti in alcune macro-categorie che tengono conto dei tempi di digestione:

  • cibi veloci: si digeriscono anche in 30 minuti, massimo due ore, e sono prevalentemente acidi come la frutta, lo yogurt, i pomodori, i peperoni, la zucca, il limone, la marmellata, il tè verde, tutte le bevande gassate, il miele;
  • cibi neutri: possono favorire il transito degli altri alimenti ma non si caratterizzano per particolari tempi di digestione. Appartengono a questo gruppo il latte vaccino ma anche il tè e il caffè, gli alcolici come la birra e il vino, i condimenti come l’olio e l’aceto, lo zucchero, le melanzane, il prezzemolo e il basilico, il cioccolato fondente;
  • cibi lenti: si digeriscono in un tempo che va dalle quattro alle cinque ore e non sono acidi, come la verdura, il pesce e la carne, il pesce e le uova, formaggio e cereali (quindi pane e pasta), patate, mais, nocciole, mandorle, olive.

Secondo la dieta, è preferibile consumare alimenti veloci durante la colazione, ad esempio abbinando yogurt e miele. Il pranzo e la cena, invece, possono prevedere cibi lenti mentre gli spuntini di metà mattina e pomeriggio devono essere a base di alimenti veloci, in modo tale da completare la digestione in tempi rapidi: un ottimo esempio è dato dalla frutta, da consumare nelle ore pomeridiane.

Ecco un menu tipo di una settimana

Lunedì:

  • colazione: una tazza di yogurt con miele;
  • pranzo: risotto in bianco o con zucchine;
  • cena: una porzione di carne con verdura.

Martedì:

  • colazione: una tazza di latte vaccino;
  • pranzo: pasta in bianco o al pesto;
  • cena: una porzione di pesce magro con verdura.

Mercoledì:

  • colazione: una fetta di pane con crema di nocciole e una tazza di tè;
  • pranzo: legumi con verdure;
  • cena: una porzione di uova con patate.

Giovedì:

  • colazione: una tazza di yogurt con miele;
  • pranzo: pasta alla carbonara;
  • cena: una porzione di formaggio con verdura.

Venerdì:

  • colazione: una fetta di pane con crema di nocciole e una tazza di tè;
  • pranzo: pasta e ceci;
  • cena: una porzione di pesce magro con verdura.

Sabato:

  • colazione: una tazza di latte vaccino;
  • pranzo: risotto in bianco o con zucchine;
  • cena: pizza bianca con verdure.

Domenica:

  • colazione: una tazza di yogurt con miele;
  • pranzo: spezzatino con verdure;
  • cena: insalata, formaggio e noci.

Scopri gli altri articoli della Tribù!



Tecniche di cucina

Croissants di patate ripieni al formaggio

Questa versione salata di croissants alle patate è una scelta azzeccata per un pranzo o una cena in cui si vuole presentare un piatto originale ed al tempo stesso sfizioso e semplice da preparare. Accompagnate i croissants di patate con  un'insalata, ed avrete un ottimo secondo piatto. 

 

INGREDIENTI:

  • 200g di patate
  • Sale e pepe
  • 3 cucchiai di Parmigiano  grattugiato
  • 100g di farina
  • Formaggio (Provola o emmental)
  • Burro

 

PROCEDIMENTO:

Sbucciare le patate e farle cuocere in acqua bollente salata per 20-30 minuti. Una volta cotte, schiacciate le patate. Unire il Parmigiano grattugiato e la farina e mescolare, quindi impastare a mano per ottenere una palla di pasta. 

Prendete una porzione di pasta ottenuta e stendetela su una superficie infarinata. Ritagliare i bordi per ottenere un triangolo. Mettere un pezzo di formaggio al centro, pepare ed arrotolare per formare il croissant. Ripetere l'operazione fino ad esaurire la pasta. Far fondere il burro in una padella calda e far friggere i croissants (girandoli a metà della cottura), fino a che non saranno ben dorati. Servire caldi.  

 

 

 

 

 

Commenta questo articolo

La dieta Nordica protegge da demenza senile ed Alzheimer 5 consigli per sentirsi (e apparire) perfette ed in pace!