Menu Cerca una ricetta, una parola chiave, un ingrediente...

Come pulire una vecchia vasca da bagno (o un lavandino) in porcellana

La porcellana è un materiale che non è mai fuori moda, utilizzato nel passato e reinterpretato oggi da designer e architetti è amato da molte persone che non rinuncerebbero mai ai propri complementi d'arredo. Tuttavia per prendersi cura di questi pezzi preziosi occorre sapere come fare.

Le vecchie case hanno tanti difetti, acciacchi ed inefficienze ma sanno anche emozionare e farci venire voglia di viverci.
L'architettura retro' ed il fascino vintage molto spesso hanno la meglio sul desiderio di modernità.

Vivere in una casa con storia significa anche condividere un pezzettino di storia ed essere legati ad un mondo che lentamente sta cambiando.
Non a caso lo stile vintage non va mai fuori moda, spesso tanti complementi d'arredo proposti oggi da arredatori e designer si rifanno a stili del passato, oltre che venir costruiti con lo stesso materiale: la porcellana.

Pezzi del passato

Forse alcuni di voi hanno ancora nella propria casa elettrodomestici o complementi d'arredo antichi o comunque passati.
Forse una vecchia cucina o forse una vecchia vasca da bagno in porcellana.
E ci saranno anche tante altre persone che hanno acquistato complementi fabbricati con questo materiale.

Siete tra queste persone? E non avete nessuna intenzione di cambiare? Fate bene, tuttavia per prendersi cura di questi pezzi preziosi occorre sapere come fare.

Prendersi cura della porcellana

Per prendersi davvero cura della porcellana di casa e per mantenerla in buono stato occorre sapere come fare.
Nonostante sia un materiale estremamente durevole è comunque soggetto e più vulnerabile di altri a graffi ed escoriazioni.
Per questa ragione è sconsigliabile utilizzare dei prodotti aggressivi e degli strumenti abrasivi.

Per pulire adeguatamente la porcellana potete seguire questo metodo, vi serviranno:

Materiali
Detersivo per piatti liquido
Ammoniaca
Bicarbonato di sodio
Olio essenziale di limone
Sale da tavola
Limone

Utensili
Secchio
Spugna morbida
Straccio


Per un lavaggio leggero settimanale mescolate 3.5 litri d'acqua calda con 2 cucchiai di detersivo liquido per i piatti. Immergete quindi un panno morbido o una spugna nella miscela e strofinate la vasca o il lavandino. Al termine del lavaggio sciacquate bene.

Se invece tenderete a lavare i complementi in porcellana una volta al mese, e quindi più a fondo, versate acqua calda in un secchio e aggiungete 1/4 di tazza di bicarbonato e 1/4 di tazza d'ammoniaca. Nonostante il bicarbonato sia leggermente abrasivo, la porcellana non rischia nulla. L'ammoniaca è invece ottima per il sciogliere il grasso e nel rimuovere l'accumulo di sapone. Una volta rimosso lo sporco e dopo aver ben pulito la superficie asciugatela con un panno pulito e asciutto.

Scopri gli altri articoli della Tribù!



Commenta questo articolo

Come pulire in modo veloce e pratico i ripiani del forno Ecco a che ora è più salutare mangiare ( secondo i nutrizionisti)