Menu Cerca una ricetta, una parola chiave, un ingrediente...

Questa storia buddista riporta pace e serenità nei momenti difficili

Quando la rabbia, il risentimento e il dolore sembrano sopraffarci è bene cercare di spostare la propria attenzione per cercare di superarle.
Questa breve storia buddista vi aiuterà ogni volte che ne avrete bisogno.

Una storia di pace ed armonia

Una storia di pace ed armonia

Il buddismo è una filosofia di vita, da alcuni definita una religione, che non ha né chiese né papi e che viene praticata da milioni di persone in tutto il mondo.

Nato più di 2500 anni fa in India, si è sviluppato ed è cresciuto moltissimo in tutta l'Asia ma non solo.
La via del Buddha è quella di superare l'originaria "ignoranza" che non ci permette di liberarci delle nostre cattive e nocive emozioni e modi di pensare.

Attraverso la meditazione, la coltivazione delle virtù (gioia, amore, compassione ed equanimità) e sulla comprensione di profonde verità sulla realtà che viviamo. La visione del Buddha, ovvero del "risvegliato", puo' insegnarci molto ed essere utile proprio nel comprendere certe emozioni e, nel caso fossero negative, riuscire a passare oltre.

Quando le preoccupazioni sembrano essere insostenibili o il dolore ci accompagna troppo a lungo ricordatevi di questa storia, questa favola buddista che vi aiuterà a rivalutare l'emozioni che state vivendo e a trovare un nuovo senso un nuova pace.

Il contadino e Dio

Il contadino e Dio

Di tratta di una parabola, di una storia molto antica e diffusa nelle regioni buddiste. Racconta di un vecchio contadino e di Dio, quando Dio ancora viveva sulla Terra.

Un giorno, il vecchio contadino ando? a trovare Dio e gli disse:

– “Anche se tu sei Dio ed hai creato tutto il mondo, c’e? una cosa che ti devo dire: NON sei un contadino, non conosci l’ABC dell’agricoltura.
Hai molto da imparare”.

Dio rispose:

– “Qual e?, dunque, il tuo consiglio?”

Il contadino rispose:

– “Dammi un anno di tempo, lasciami fare le cose nel modo in cui voglio io e vediamo cio? che succede. Vedrai, la poverta? non esistera? piu?!”

Dio accetto? e concesse al contadino l'anno di tempo richiesto. Naturalmente il vecchio contadine richiedette il meglio per la coltivazione, ottenendolo:
nessuna tempesta, niente vento e nessun serio pericolo che minacciasse il raccolto di grano. Tutto era comodo, confortevole, facile ed il contadino ne era molto felice. Il grano cresceva altissimo. Quando voleva sole, il sole splendeva; quando invece desiderava pioggia, scendeva la pioggia richiesta. Quell’anno fu perfetto, quasi matematicamente perfetto.

Il grano continuava a crescere talmente tanto che il contadino, soddisfatto, torno? da Dio e gli disse:

– “Guarda che grano! Questa volta ne raccoglieremo talmente tanto che, anche se la gente dovesse smettere di lavorare per 10 anni, avremmo comunque cibo a sufficienza!”

Ma quando venne il momento del raccolto il vecchio contadino si rese conto che non c’era nemmeno un chicco da raccogliere.
Cosi?, stupito, torno? da Dio e gli chiese:

– “Cosa e? successo al grano, qual e? stato il mio errore?”

Dio rispose:

– “Non essendoci stata alcuna difficoltà, nessun conflitto e nessun attrito, poiche? evitavi tutto cio? che consideravi come male, il grano e? diventato debole. Un po’ di lotta e? essenziale. Le tempeste, i tuoni ed i lampi sono necessari affinchè scuotano l’anima del grano. La notte e? tanto necessaria quanto il giorno ed i giorni tristi sono essenziali quanto quelli felici. Questo si chiama comprensione. Quando capirai questo segreto, scoprirai quanto e? grande la bellezza della vita e quanta ricchezza piova su di te in ogni momento. Potrai smettere di sentirti infelice solo perche? le cose non vanno come desideri”.

 

Questa favola è piuttosto famosa e offre diversi spunti di riflessione. Approfonditela, meditatela e ricavatene gli insegnamenti necessari per ritrovare la pace e per capire un po' di più il senso di cio' che ci succede :)

Scopri gli altri articoli della Tribù!



Commenta questo articolo

Dieta della mela per perdere peso e disintossicarsi 7 trucchi per far splendere casa senza perdere tempo nè sprecare fatiche