Menu Cerca una ricetta, una parola chiave, un ingrediente...

COME CAPIRE CHE STAI ASSUMENDO TROPPI ZUCCHERI

Quando si parla di zucchero non si intende infatti solo la zolletta che si mette nel caffè o la fetta di tiramisù. Lo zucchero è contenuto in tantissimi cibi che si comprano al supermercato e possiamo quindi consumarne troppi senza rendercene conto. 

Difficile anche capirlo leggendo l'etichetta, perché lo zucchero a volte ha altri nomi: dolcificante, destrosio, maltosio, sorbitolo, digliceridi o disaccaridi. Allora forse puoi capirlo se soffri di uno degli otto disturbi seguenti. 

COME CAPIRE CHE STAI ASSUMENDO TROPPI ZUCCHERI

 

1. CREA DIPENDENZA

 

Lo zucchero crea dipendenza: più ne mangi, più ne senti il bisogno. L'assunzione di zucchero stimola infatti la dopamina (stesso cosa che accade quando si assumono droghe oppiacee), generando l'estremo bisogno di assumerne ulteriormente.

 

2. AUMENTO DI PESO

 

Assumere troppi zuccheri fa ingrassare, soprattutto perché ti fa sentire troppo affamato. Infatti lo zucchero non contiene proteine né fibre, quindi non da la sensazione di pienezza. 

 

3. SENSIBILITÀ  AI SAPORI DOLCI

Il grande quantitativo di zuccheri che hai nel sangue ti spingono ad avere una maggiore sensibilità verso i sapori dolci e a cercarne sempre di più perché non riesci a gustarli fino in fondo. Più zucchero si assume meno se ne avverte il gusto e pi se ne cerca: è una spirale perversa contestata da diversi studi medici

 

4. CERVELLO CONFUSO

 

La lucidità mentale si abbassa se si assume troppo zucchero, fatto dimostrato da una ricerca i cui risultati sono stati dimostrati sulla rivista "Neuroscience": più il livello di glucosio sale nel sangue

 

5. STANCHEZZA CRONICA

 

Quando il livello di zuccheri è troppo elevato ti senti stanco, sonnolento, senza forze. Questo accade perché viene interrotta la comunicazione tra i neurotrasmettitori responsabili del ciclo sonno/veglia e cervello. 

 

Scopri gli altri articoli della Tribù!



Tecniche di cucina

Lo strudel di mele veloce da preparare e buonissimo

INGREDIENTI:

  • Un rotolo di pasta sfoglia
  • 1 mela
  • Una ciotolina di uvetta 
  • 1 cucchiaio di farina di mandorle
  • 1 cucchiaio di farina
  • 1 cucchiaio di zucchero di canna
  • 1 cucchiaio di cannella
  • Un tuorlo d'uovo
  • Zucchero a velo
  • Caramello liquido (facoltativo) 

 

PREPARAZIONE:

 

Preriscaldate il forno a 180°. Tagliate la mela a fettine fine. Mescolate in una ciotola l'uvetta, la farina di mandorle, lo zucchero di canna, la farina  e la cannella. Stendete il rotolo di pasta sfoglia e aggiungeteci le mele al centro. Con un coltello appuntito, tagliate la pasta  su ogni lato delle mele. Fate dei tagli sulla superficie, distanziati di 2 cm l'uno dall'altro. Iniziate ad intrecciare  la pasta partendo dalle estremità e portandole verso il centro, accavallando le bande di pasta. 
Spennellate con un tuorlo d'uovo. Infornate per 35 minuti a 180°. Spolverare con zucchero a velo e versate un po' di caramello liquido per decorare. 

 

 

Commenta questo articolo

La ricetta degli scendiletto alle ciliegie Conosci la seada? Una delizia sarda da mangiare almeno una volta nella vita