Menu Cerca una ricetta, una parola chiave, un ingrediente...

I trucchi per fare delle economie in cucina

Di,
Tribù Golosa

Ravanelli

Fare delle economie in cucina non solo è un'azione buona per il portafoglio, ma anche per l'ambiente.
Ecco i trucchi per ridurre lo spreco alimentare ed economizzare in cucina.

 

Cucinare senza sprecare

Prendere coscienza di tutto cio' che sprechiamo e ridurre lo spreco quotidiano in cucina significa già fare un primo passo verso le economie.
Invece di assecondare il riflesso di buttare via la buccia o le foglie delle verdure, bisogna ricordarsi che la maggior parte delle volte esse possono essere cucinate.
Per fare qualche esempio: con le foglie delle carote si fanno ottime vellutate, le bucce delle fave possono essere lessate e ripassate in padella con il sugo per un contorno saporito anti-spreco e le foglie dei ravanelli sono ottime in insalata.
Anche gli chef professionisti sono sempre più sensibili a questo tema, tanto da svelare i loro segreti per ridurre lo spreco mentre si cucina.

 

Gestire la propria dispensa

La gestione delle scorte alimentari è una delle competenze fondamentali di un buon ristoratore, ma anche in casa questa gestione è fondamentale per non sprecare e per fare delle economie.
Fare l'inventario delle scorte e fare la spesa solo di cio' di cui si ha veramente bisogno, controllare sistematicamente la scadenza degli alimenti freschi e metterli da consumare per primi nel frigorifero, cosi come preparare dolci per utilizzare la farina e la frutta secca che giacciono da tempo
negli armadietti della cucina, sono già tre astuzie fondamentali da mettere in pratica per gestire la propria dispensa per non sprecare.

 

Bere l'acqua del rubinetto

Generalmente, l'acqua del rubinetto è potabile nella maggior parte delle città.
Essa ha le stesse proprietà dell'acqua imbottigliata, e spesso è superiore a quest'ultima grazie ai severi controlli
che vengono effettuati alla sorgente, prima di immettere l'acqua nel circuito dell'acqua corrente.
Acquistare ogni tanto l'acqua
in bottiglia puo' costituire un piacere, ma non è una necessità.
In più la gran quantità di bottiglie di plastica che rimane è un problema per l'ambiente.
Invece, riempiendo delle bottiglie di vetro
con l'acqua del rubinetto, non soltanto permette di economizzare soldi ma permette un'azione più rispettosa dell'ambiente.
Se la vostra acqua corrente ha un sapore di calcare, basta lasciarla in frigorifero per mezz'ora prima di berla : essa perderà il sapore sgradevole,
diventando gradevole.
Altrimenti, in commercio vi sono le caraffe filtranti : esse migliorano il sapore dell'acqua e – grazie all'uso dell'acqua filtrata per preparare il vostro caffè o il tè – anche la vostra macchina del caffè o il bollitore dell'acqua
vivranno più a lungo, visto che l'acqua filtrata è meno calcarea.
Gli amanti delle bollicine potranno investire in un gasatore per preparare acqua frizzante e bibite gassate a partire dall'acqua del rubinetto.

 

Ridurre il consumo di energia elettrica

Se il vostro forno è elettrico, approfittate del tempo che ci vuole per riscaldarlo per far fondere il burro che vi servirà per preparare una torta, e approfittate del forno ben caldo per far cuocere più piatti nello stesso momento, utilizzando tutti i ripiani del forno.
Spegnete il forno e approfittate del calore residuo dche esso emana per terminare la cottura degli alimenti che richiedono una cottura veloce a fuoco lento.
Per gli stufati o le carni che richiedono una cottura lunga, privilegiate la cottura in casseruola sul fornello a gas piuttosto che in forno. Il gas è infatti più economico dell'elettricità.

 

Pianificare il menù dei pasti

Pianificare il menu del pranzo o della cena o di entrambi i pasti, in anticipo e fare la spesa di conseguenza comprando solo gli alimenti di cui si ha davvero bisogno è una tecnica per risparmiare.
Essa permette – mentre si sta facendo la spesa - di non cedere alla tentazione di comprare prodotti di cui non si ha davvero bisogno.
Per esempio, pianificando il menù della cena per tutta la settimana, vi accorgerete di aver bisogno di acquistare molti meno ingredienti di quanto avreste pensato se non aveste pianificato.
Se non vi piace pianificare con troppo anticipo cio' che mangerete, fate un menù a grandi linee tipo : lunedi carne et verdura, martedi pasta e frutta ecc.
Una volta al mercato o al supermercato vi basterà rispettare le grandi linee del vostro menù, ma con la libertà di poter approfittare delle promozioni.

 

Fare acquisti intelligenti

Privilegiare la frutta la verdura di stagione quando si fa la spesa, oltre a permettevi di mangiare alimenti più nutrienti e saporiti, vi permetterà di risparmiare : i prodotti di stagione sono meno cari rispetto a quelli fuori stagione, che sono importati da altri Paesi.
Al supermercato, individuate i prodotti che hanno una data di scadenza ravvicinata : spesso vengono messi in promozione, ad un prezzo inferiore rispetto al solito.
Se desiderate acquistare dei prodotti biologici, privilegiate i circuiti che mettono in contatto diretto i produttori e i consumatori, tipo i « Gruppi di acquisto solidale » che si trovano ormai in tutt'Italia. Oltre a partecipare al commercio equo, beneficierete di prezzi più interessanti e di alimenti più sani.
Fate acquisti all'ingrosso di carne e pesce, che potrete tagliare in porzioni più piccole e congelare, cosi come di riso, pasta e farina le cui confezioni più grandi sono più economiche.
Se non avete spazio per conservare gli alimenti, organizzatevi per fare compere all'ingrosso con amici, parenti o vicini di casa in modo da dividervi gli acquisti.
Per quanto riguarda frutta secca, cereali, pasta, riso o biscotti, sempre più supermercati o negozi biologici propongono questi alimenti da acquistare sfusi. Privilegiateli rispetto a quelli confezionati : saranno meno cari e potrete servirvi da soli della quantità desiderata.

 

Preparare il più possible cose fatte in casa

Il modo migliore per fare delle economie, consiste nel cucinare piatti fatti in casa evitando di acquistare quelli già pronti, che sono più cari e meno genuini.
Per quanto riguarda la frutta ela verdura, è più economico acquistarle senza che abbiano subito trasformazioni.
Ad esempio, invece di acquistare l'insalata in busta, privilegiate quella intera che laverete voi stessi : sarà più igienica e più economica. Invece delle carote già grattugiate, comprate delle carote intere che grattugierete a casa.
Invece del parmigiano grattugiato, compratene un pezzo intero : è più economico e di migliore qualità rispetto al parmigiano grattugiato.
Stessa cosa per il pollo : comprarne uno intero sarà più economico che comprarne i pezzi tagliati, quali le cosce, i petti eccetera.
In ultimo i legumi : lenticchie e fagioli secchi da cuorere voi stessi, saranno molto più economici di quelli già cotti in scatola.
Per quanto riguarda i dolci che si consumano tutti i giorni, come i biscotti per la colazione o il ciambellone, provate a farli in casa : risparmierete e otterete dolci senza i conservanti che spesso si trovano nei prodotti industriali.
In ultimo, riutilizzare l'acqua di cottura della pasta o delle verdure per annaffiare le piante : vi farà risparmiare acqua e vi permetterà di dare alle piante un concime naturale.

 

Cucinare alimenti poco cari

Legumi, verdura, pasta, cereali, patate, uova sono alimenti più economici rispetto alla carne e al pesce.
Senza diventare vegetariani, è possibile ridurre il consumo di carne e di pesce, consumando legumi proteici, quali fagioli e lenticchie, associati a carboidrati quali pasta, patate e verdure in modo da avere un piatto completo.
Per non privarsi della carne e fare delle economie allo stesso tempo, imparate a cucinare i tagli chiamati del « quinto quarto » quali lingua, coda, fegato : sono meno cari e permettono di preparare ottimi piatti stufati, quali ad esempio la trippa.
Per quanto riguarda il pesce, privilegiate quello azzurro : sarde, sardine e sgombri sono più economici e più ricchi in omega-3.

 

Ottimizzare i tragitti in macchina per la spesa

Se non si hanno i negozi di alimentari o il supermercato sotto casa raggiungibili a piedi, evitare di spostarsi in macchina più volte per andare a comprare uno o due prodotti che mancano in casa.
Uscire per andare a comprare il prodotto che manca, vi farà sicuramente acquistare altri prodotti di cui non avete davvero bisogno. Senza contare che farete il tragitto in macchina e questo
costituirà un costo supplementare.
Lasciate una lista della spesa « aperta » in cucina, dove man mano aggiungerete i prodotti che mancano e ripromettetevi di non uscire a comprarli finché la vostra lista non conterrà minimo 3 prodotti.



E voi ? Quali sono i vostri trucchi per fare delle economie in cucina ?

Scopri gli altri articoli della Tribù!



Tecniche di cucina

Croissants di patate ripieni al formaggio

Questa versione salata di croissants alle patate è una scelta azzeccata per un pranzo o una cena in cui si vuole presentare un piatto originale ed al tempo stesso sfizioso e semplice da preparare. Accompagnate i croissants di patate con  un'insalata, ed avrete un ottimo secondo piatto. 

 

INGREDIENTI:

  • 200g di patate
  • Sale e pepe
  • 3 cucchiai di Parmigiano  grattugiato
  • 100g di farina
  • Formaggio (Provola o emmental)
  • Burro

 

PROCEDIMENTO:

Sbucciare le patate e farle cuocere in acqua bollente salata per 20-30 minuti. Una volta cotte, schiacciate le patate. Unire il Parmigiano grattugiato e la farina e mescolare, quindi impastare a mano per ottenere una palla di pasta. 

Prendete una porzione di pasta ottenuta e stendetela su una superficie infarinata. Ritagliare i bordi per ottenere un triangolo. Mettere un pezzo di formaggio al centro, pepare ed arrotolare per formare il croissant. Ripetere l'operazione fino ad esaurire la pasta. Far fondere il burro in una padella calda e far friggere i croissants (girandoli a metà della cottura), fino a che non saranno ben dorati. Servire caldi.  

 

 

 

 

 

Commenta questo articolo

Spreco alimentare: come ridurlo? Come gestire la propria dispensa per non sprecare