Menu Cerca una ricetta, una parola chiave, un ingrediente...

I dolci brasiliani

Dolci brasiliani

 

La storia dei dolci brasiliani 

L’origine dei dessert brasiliani rimonta all’epoca della colonizzazione portoghese.
Per questo motivo la maggior parte delle ricette tradizionali si basano su ricette di dolci portoghesi.

La storia racconta che a partire dal XVIII secolo, il Portogallo inizio' a produrre una grande quantità di uova delle quali la maggior parte dei bianchi venivano inviati in Francia e in Italia per “schiarire” i vini e il resto dei bianchi rimanenti era utilizzato dalle suore dei conventi per inamidare gli abiti.

A cosa servivano i tuorli delle uova?

Una parte era utilizzata per nutrire il bestiame e il resto veniva usato per realizzare dei buonissimi dolci che le suore vendevano ai cittadini. 

 

Le influenze indiane e dei neri d'africa

A partire dal XV secolo, i portoghesi hanno iniziato a coltivare lo zucchero di canna nelle colonie da dove veniva lo zucchero e ad utilizzarlo nella loro cucina. 
Inutile dire che a partire dal XVII secolo la cucina portoghese inizio' ad influenzare tantissimo quella brasiliana.

Quando i portoghesi arrivarono in Brasile, usarono frutta e miele per realizzare i loro piatti tipici.
Poi con la rivoluzione industriale iniziarono ad utilizzare anche lo zucchero di canna, gli sciroppi alla frutta e le confetture.

I portoghesi subirono anche l’influenza degli indiani e degli schiavi africani. Dai primi ripresero l’uso della manioca e dagli africani quella della noce di cocco e delle noccioline.

 

I dolci più famosi 

Ogni regione del Brasile usa i frutti tipici del suo territorio, per questo motivo i dolci sono molto diversi da una regione all'altra.
Al nord abbiamo il succo e il sorbetto di açaï e le castagne del Pará. I dolci del nord-est sono caratterizzati dalla « tapioca ».
Al sud, i desserts sono sopratutto a base di mele.
Ma il sud é la regione dove si concentra la vera storia dei dolci brasiliani, tutti a base di frutta locale: banane, ananas, mango, frutti della passione, noce di cocco e tanti altri.

Cosi`abbiamo il famoso « quindim», le « ovos queimados », i « queijadinhas », il  « doce de leite », le torte. 
Le più tipiche sono la torta alle banane, la torta ai frutti della passione, la torta con lo zucchero di canna, la torta al mais  e il riso al latte « pão-de-ló ».

Quando si parla di dolci tipici non bisogna dimenticare il famoso “Romeo e Giulietta”: un trancio di pasta di guiava servita con un trancio di formaggio bianco di « Minas ».
Dopo questo matrimonio perfetto non possiamo non citare anche la mousse al formaggio con un coulis di guiava.
Infine, altri dolci importanti sono i « brigadeiros », dolcetti a base di cioccolato e latte condensato molto amati dai bambini e anche dagli adulti.

 

E voi, qual è il dolce brasiliano che preferite?

Se la storia dei dolci brasiliani vi ha catturati non perdetevi la top 10 delle ricette brasiliane

 

Ringraziamo il nostro sito partener Receitas sem fronteiras e Mélanie Moreira per le preziose informazioni sulla cucina brasiliana. 

Scopri gli altri articoli della Tribù!



Tecniche di cucina

La torta brigadeiro rivisitata ed ancora più golosa!

Per la ganache

  • 1 lattina di latte concentrato
  • 200g di cioccolato fondente
  • 30g di burro
  • 150g di panna liquida per dolci

Per la torta

  • 3 uova
  • 120g di zucchero
  • 2 cucchiai di olio
  • 160g di farina
  • 30g di cacao in polvere
  • 1/2 cucchiaino di bicarbonato
  • 1 c à c di lievito per dolci
  • 1 yogurt al naturale

Per decorare

  • Kit Kat
  • Ferrero Rocher

 

prepara la ganache

Fer fondere il cioccolato con il latte concentrato. Aggiungere la panna ed il burro a fine cottura. Mettere la metà della preparazione in un sac à poche dentellato e l'altra metà in una ciotola. Mettete in frigorifero finché preparate la torta. 

 

 

TAPpa 2: per la torta

Sbattete le uova con lo zucchero. Unite l'olio, la farina, il cacao, il lievito, il bicarbonato e mescolate con una spatola. Unite anche lo yogurt e mescolate. Versate nello stampo e cuocete per 20 minuti a 180°. 

 

 

tappa 3: l'assemblaggio

Una volta che la torta sarà cotta e si sarà raffreddata, tagliarla delicatamente in due nel senso della lunghezza. Mettete in un piatto una delle due metà della torta e ricoprite con la ganache al cioccolato. Coprite con l'altra metà della torta  e ricoprite ancora con la ganache. Lisciate la superficie della torta, unite i kit kat intorno alla torta, ed  aiutandovi con un sac à poche  decorate la parte superiore della torta con la ganache al cioccolato ed aggiungere i Ferrero Rocher per terminare. 

 

 

Commenta questo articolo

Top 10 delle bandiere commestibili Tutti i segreti dell’aceto Balsamico Tradizionale di Modena