Menu Cerca una ricetta, una parola chiave, un ingrediente...

Curry: un viaggio esotico alla scoperta dei profumi dell'India

Curry, épices et parfums de la cuisine indienne

 

Combinare alimenti cucinati e crudi e miscelare con sapienza i gusti di base (amaro, aspro, dolce, salato e umami), sono i principi cardine della cucina indiana.
Questo equilibrio perdura per tutta la durata del pasto, in quanto nella cultura indiana tutte le portate sono servite in tavola contemporaneamente, senza seguire la successione primo, secondo e dessert.

La cucina indiana è molto varia, grazie ai differenti usi e costumi regionali.

In Italia, la cucina indiana è spesso sinonimo di cibo speziato e piccante.
È buffo perché i peperoncini sono arrivati in India insieme ai portoghesi solo a partire dal 1500. Gli indiani hanno adottato rapidamente l’uso del peperoncini.
In origine preparavano una pasta, macinando i peperoncini tra due pietre con l’aggiunta di olio,  zenzero e sale. Questo è stato per lungo tempo il solo condimento a disposizione di milioni di indiani per condire il riso.

 

Spesso associamo il cibo indiano alla parola "Curry", anche se a volte è utilizzato impropriamente. Il termine curry è stato creato dagli inglesi per riferirsi genericamente a tutti i piatti indiani che avevano una salsa piccante. In origine, ogni piatto aveva un nome specifico, che possiamo ritrovare ancora oggi come: jalfreizi, Rogan josh sul korma, la Dhansak, la balti, il vindaloo, ecc

 

Per estensione  la parola curry viene associata ad un mix di spezie che è alla base della cucina indiana. In India, non viene usato curry in polvere, in realtà questa miscela di spezie in polvere è stata creata per facilitare gli inglesi, che rientravanodall’India, a cucinare i piatti che avevano gustato sul suolo indiano. La cucina indiana utilizza ancora miscele di spezie in polvere come masala o garam masala come condimento non durante la preparazione dei piatti. Non è raro per le donne preparare una propria miscela di spezie torrefatte poi ridotte in polvere con un mortaio.

 

Alla base dei piatti indiani vi è la preparaziopne delle spezie: quest’ultime sono poste su una grande pietra piatta prima di essere schiacciate con un mattarello (una sorta di mortaio gigante). Le donne preparano la loro miscela ogni mattina. La stessa pietra è usata anche per tagliare le cipolle, l’aglio, il peperoncino ed altre erbe aromatiche come il coriandolo, che serviranno  a preparare una pasta che verrà poi aggiunta alla carne e / o alle verdure prima della cottura.

 

Immaginate che profumi e i sapori deliziosi ne derivano !

 

Per ricreare questa miscela nelle nostre cucine, vi consigliamo di far soffriggere spezie come il coriandolo e il cumino prima di macinarle con un mortaio e mescolarle con curcuma, aglio e zenzero grattugiato . Infine basta aggiungere una cipolla alla miscela per ottenere la base del curry.

Esistono in commercio delle buona miscele di curry in polvere, ma non dimenticate di riscaldarle prima di utilizzarle per ottenere il massimo sapore.

 

Cosa aspettate a scoprire questa cucina deliziosamente profumata ?

Scopri gli altri articoli della Tribù!



Tecniche di cucina

Polpette di pollo in salsa barbecue troppo buone

INGREDIENTI : 

  • 500 g di petto di pollo tritato
  • 4 spicchi di aglio tritato
  • 1,5 cucchiaino di sale
  • 1 cucchiaino di pepe
  • 2 uova medie
  • 60 g di pangrattato
  • ½ cucchiaino di paprika

 

PER LA SALSA BARBECUE: 

  • 3 cucchiai di ketchup
  • 3 cucchiai di salsa di soia
  • 1 cucchiaio di zenzero fresco finemente tritato
  • 1 cucchiaino di aglio tritato
  • ½ cucchiaino di peperoncino in polvere
  • 2 cucchiai di zucchero di canna
  • 3 cucchiai di succo di ananas

 

 

PREPARAZIONE:

Mettete  l'aglio tritato, il pepe, il succo di ananas  e lo zenzero fresco  grattugiato in una casseruola. 

Unite il ketchup, la salsa di soia, e lo zucchero di canna, quindi lasciate cuocere per una decina di minuti a fuoco dolce fino a che la salsa non diventerà spessa. Mettete da parte.
Preriscaldate il forno a 200°. Mettete il pollo tritato in una ciotola. Aggiungete l'aglio, la paprika, il sale, il pepe e il pangrattato. 

Aggiungete le uova.
Mescolate il tutto con le mani per amalgamare bene ed ottenere un impasto liscio. Fate delle polpette della grandezza di una noce. 

Disponetele su una placca coperta di carta forno. Infornate e fate cuocere per 13 minuti. 

Spennellate le polpette cotte con la salsa barbecue, quindi rimettetele in forno per 2 minuti.  Spennellatele ancora una volta prima di servire. 

 

Commenta questo articolo

Missione possibile: realizzare i propri cookies home made Pierre Hermé : il re dei macarons ci svela i suoi segreti